Decoracion alcoba principal fotos

Oumuamua, scoperto il primo asteroide interstellare (Image : NASA)

Oumuamua, scoperto il primo asteroide interstellare (Image NASA) Shan Newspaper TV

Megalitismo

Leggende e Tradizioni

Scienze

Animalismo

ONU News

CERN News

Meditazione

Tradizioni Celtiche

Sciamanesimo

Recensioni

Indigenous Peoples

Musica

Misteri

Scienze di Madre Terra

Esobiologia

Teatro

Paranormale

Archeologia

Sport e alimentazione

Viaggi

Personaggi

Esoterismo

Antartica

Civiltà Scomparse

Mitologia

Storia

I doni di Gaia

Internet

X-Files

Società

Ambiente

Arte

Cinema

Narrativa

Video

La vignetta

No alla caccia

Blog

Tutti i blog

  • Il blog di Giancarlo Barbadoro

    Giornalista, scrittore, poeta, musicista

    La scienza "non è democratica" !


  • Il blog di Guido Barosio

    Giornalista, travel writer, reporter

    Animal Revolution


  • Il blog di Stefano Milla

    Regista, sceneggiatore, producer

    Campi Elisi


  • Il blog di Rosalba Nattero

    Giornalista, musicista, scrittrice

    Alieni in visita a Dreamland


  • Il blog di Roberto Cazzolla Gatti

    Biologo ambientale ed evolutivo

    Sperimentazione animale: la bana...


  • Il blog di Danilo Tacchino

    Scrittore, poeta

    I primi gruppi etnici


  • Il blog di Anna Maria Bonavoglia

    Scrittrice

    Uomini e Lupi


  • Il blog di Gianni Castagneri

    Scrittore

    La rivoluzione che manca


  • Il blog di Laura W. Valenzuela

    Corrispondente dalla Spagna

    Un passo avanti


  • Il blog di Maria Lucia Raffinatore

    Corrispondente dal Canada

    Sistema sanitario in Canada


La bacheca

6 luglio 2018 ore 21.15 - Meditazione per Madre Terra a cura della Scuola di Kemò-vad Sole Nero

7-8 luglio 2018 Lanzo torinese - La Scuola di Kemò-vad Sole Nero è presente all’Elf Fest 2018

La Meditazione e l’Esperienza del Vuoto - Giancarlo Barbadoro, Rosalba Nattero

ECOSPIRITUALITA' A TAVOLA a cura di Rosalba Nattero

Giancarlo Barbadoro - Il Sogno degli Schiavi




2 luglio 2018

Venerdì 13 aprile 2029 un enorme asteroide passerà più vicino alla Terra di quanto non sia la Luna, e sarà facilmente osservabile ad occhio nudo.

Si chiama Apophis ed è largo oltre 300 metri. Nel 2029 questo grosso asteroide sfiorerà la Terra, passando ad appena 30mila kilometri dalla superficie terrestre, una distanza ridicola dal punto di vita astronomico.

Apophis sfreccerà a una velocità di oltre 110mila kilometri orari, a una distanza molto inferiore a quella della Luna.


22 giugno 2018

L’aquila cuneata, il più grande rapace australiano, è così territoriale che, per difendere il nido, aggredisce alianti, droni e perfino piccoli elicotter.

i E’ il più grande rapace dell’Australia. Con lunghe e ampie ali e una coda indistinguibilmente a forma di cuneo, passa tantissimo tempo in volo, librandosi per diverse ore e apparentemente senza sforzo.

Raggiunge tranquillamente altezze di 1800 metri, e a volte arriva molto più in alto. È solita appollaiarsi in cima ad alti alberi o dirupi, da cui può avere una visuale ampia dei territori circostanti. L’aquila cuneata pattuglia continuamente il proprio territorio, e ne reclama il possesso con violenza, tuffandosi sugli intrusi dall’alto. Si tratta dell’unico uccello così territoriale da attaccare alianti e paracaduti, ma anche droni militari e piccoli elicotteri.


2 giugno 2018

Sull'isoletta Middle Island (Australia) i cani pastori fanno da guardia a una colonia di pinguini: nel 2006 ne erano rimasti solo 10 esemplari a causa delle volpi; oggi ce ne sono oltre 200.

Middle Island è una bella isoletta ventosa in Australia, che ospita una colonia della più piccola specie di pinguini, di dimensioni comprese tra i 30 e i 40 centimetri. Un tempo ce ne erano centinaia su Middle Island, ma quando sono arrivate le volpi la popolazione è stata ridotta tragicamente, al punto che se ne trovava solo una decina. Nel momento peggiore, nel 2005, le volpi hanno ucciso addirittura 360 pinguini in due sole notti.

L’isola non è abitata dagli umani, ma dista dalla costa soltanto una trentina di metri. Quando c’è bassa marea le volpi possono giungervi dalla terraferma bagnandosi soltanto le zampe, ed è così che questi animali hanno scoperto la colonia di pinguini.

Un contadino ha suggerito di mandare uno dei suoi pastori abruzzesi in protezione dei pinguini. In Australia, i pastori abruzzesi (nome completo: Cane da pastore maremmano abruzzese) sono usati per proteggere i polli o le pecore. Da quando il cane è stato mandato sull’isola, neanche un pinguino è stato ucciso, e la colonia è tornata a contare almeno 200 esemplari. La vicenda ha anche ispirato un film.


20 maggio 2018

In Colombia c’è un cane che, dopo aver visto degli studenti dare banconote al commesso di un banchetto in cambio di cibo, ha iniziato a portargli delle foglie, in cambio di croccantini.

Si chiama Negro (“nero” in spagnolo) e vive nei pressi di un istituto tecnico di Monterrey. Il cane gira liberamente per i dintorni della scuola. A volte, gli studenti gli compravano dei biscotti nel banchetto della scuola, ma un giorno il cane ha deciso di provarci da solo. Dopo aver osservato accuratamente, il cane ha avuto un’intuizione spettacolare, ed è comparso con una foglia in bocca, scodinzolando. In cambio della foglia Negro ha ricevuto un biscotto, e da allora va a “comprarne” uno ogni giorno.

Gli abitanti del luogo sono rimasti commossi dal modo in cui Negro è riuscito ad esprimersi e a comunicare. Ma soprattutto stupidi dalla sua incredibile intelligenza.


31 dicembre 2017

L’evoluzione della vagina dell’anatra Durante l’evoluzione, le femmine di anatra hanno sviluppato una vagina incredibilmente complessa, piena di tunnel e “falsi buchi”, per evitare la fertilizzazione dal maschio sbagliato Il sesso tra le anatre è molto più interessante e complicato di quanto non dovrebbe essere. La causa principale è la stranezza dei loro genitali. I maschi di anatra sono conosciuti per i loro peni bizzarri e contorti, a forma di spirale, che arrivano a 20 cm di lunghezza. Qualcosa di impensabile per un animale che arriva a 60 cm. Uno dei problemi nella comunità delle anatre è che i maschi usano il loro organo in maniera disordinata e violenta, e il sesso non consenziente è all’ordine del giorno. La copulazione forzata avviene spesso, e per questo l’evoluzione ha dato una mano alle femmine di anatra, facendo loro sviluppare una vagina a prova di forzatura. La vagina delle anatre è anch’essa a spirale, ma contiene angoli improvvisi, “vicoli ciechi” e tunnel. In questo modo, l’anatra può decidere da sola il maschio con cui procreare.


11 ottobre 2017

Il suicidio quantistico. Secondo la teoria dell’immortalità quantistica, la mente si trasporterà sempre in realtà alternative in cui sopravvive ad eventi altrimenti fatali. In meccanica quantistica c’è un esperimento concettuale conosciuto come esperimento del suicidio quantistico. L’esperimento è una variante di quello del gatto di Schrödinger, visto dalla prospettiva del gatto stesso. Il suicidio quantistico potrebbe dimostrare, in principio, se l’interpretazione dei molti mondi della meccanica quantistica è corretta o no. Secondo l’interpretazione dei molti mondi, ogniqualvolta una misura quantistica avviene, tutti i risultati della misura esistono effettivamente, in differenti ramificazioni della realtà. Ad esempio, quando apriamo la scatola del gatto di Schrödinger noi potremo sapere che il gatto è vivo o che è morto. Avremo effettuato la misura quantistica osservando il sistema. Prima dell’osservazione, entrambe le condizioni erano vere. Dopo, una sarà vera in un ramo della realtà e l’altra in un altro. La teoria dei molti mondi vorrebbe che, se le particelle quantistiche di per sé non “scelgono” tra l’opzione A e l’opzione B, allora tutte le possibili realtà esistono effettivamente. È l’atto dell’osservazione che definisce in qualche realtà ci troviamo. In un suicidio quantistico, un ricercatore si siede davanti a una pistola carica, il cui grilletto è azionato, oppure no, a seconda del decadimento di alcuni atomi radioattivi. In ciascuna prova, egli ha il 50% di probabilità di morire. Ma se dovesse morire, non potrebbe esserne consapevole. Dopo che la prova è stata ripetuta, ad esempio, 100 volte, se lo sperimentatore è ancora vivo lo saprebbe. Ma saprebbe anche che si è ramificato in un universo parallelo per 100 volte, e ogni volta si è trovato nel particolare mondo in cui è sopravvissuto. Se ad ogni “punto di morte” c’è la possibilità di uscirne, allora la coscienza si muoverà verso l’universo parallelo dove può esistere. Bisogna specificare, però, che l’immortalità quantistica è stata concettualizzata soltanto nell’ambito del suicidio quantistico. Questa teoria non suggerisce che la coscienza sia effettivamente immortale in ogni situazione.


13 luglio 2017

Strani segnali dallo spazio.
I misteriosi segnali radio sembrano provenire da Ross 128, una stella nana rossa a circa 11 anni luce dalla Terra, e circa 2.800 volte meno luminosa del Sole. Abel Méndez, astrobiologo presso l'Università di Puerto Rico a Arecibo, ha detto che la stella è stata osservata per 10 minuti, durante i quali il segnale è stato osservato come "quasi periodico".
Gli astronomi osserveranno ancora Ross 128 a partire dal 16 luglio, per verificare se i segnali ci sono ancora e cercare di comprenderne la natura.


4 luglio 2017

A chi piace la placenta.
Un tempo le mamme punivano i bambini che si mangiavano le unghie. I tempi cambiano, e oggi sono le mamme a praticare l'autocannibalismo, con la moda, iniziata da alcune star di Hollywood, di mangiare la propria placenta. Poiché tutti vogliono essere come le star, negli Stati Uniti questa singolare usanza si sta diffondendo rapidamente anche tra i comuni mortali.
Il CDC, l'ente per la prevenzione delle malattie infettive degli USA, ha dovuto quindi emanare un avviso per fare notare che non vi è alcuna evidenza dei benefici psicofisici di questa pratica e che, stranamente, "non esiste alcuno standard concernente il trattamento della placenta per il consumo umano".


25 giugno 2017

DoNotPay, l'avvocato-robot gratuito.
DoNotPay è stato originariamente creato due anni fa da un giovane imprenditore britannico, Joshua Browder, che è riuscito a sviluppare un chatbot in grado di offrire consigli agli automobilisti che intendevano contestare i biglietti per il parcheggio. Da allora l'ha ampliata per affrontare altre piccole controversie legali, come i ritardi dei voli e le liti con il padrone di casa. La tecnologia offre anche consulenza legale ai rifugiati che completano le domande di immigrazione e chiedono asilo.
Il bot ha aiutato più di 16.000 persone a contestare con successo i biglietti dei parcheggi di Londra e New York, ovvero più 4 milioni di dollari in multe.
Recentemente, il bot di intelligenza artificiale ha raggiunto un nuovo traguardo, aggiungendo nuove funzionalità riguardanti i diritti dei consumatori e sul luogo di lavoro in 50 stati degli Stati Uniti e nel Regno Unito.


15 giugno 2017

Un orso e suoi cuccioli prendono possesso del castello del Conte Dracula.
L'imponente castello di Poenari, Romania, già dimora di Vlad III di Valacchia, detto l'"Impalatore" (anche noto come "conte Dracula"), è stato occupato da dei nuovi inquilini. Come riferisce la BBC, il castello è stato recentemente chiuso ai visitatori dopo che le autorità rumene hanno avuto diversi "incontri ravvicinati" con una mamma orsa alquanto protettiva che si aggirava da tempo nella zona con i suoi cuccioli.
La polizia ha dichiarato che la presenza degli orsi è colpa dei turisti che lasciano i resti dei loro pic-nic al castello. In ogni caso, i funzionari locali hanno accettato di catturare gli animali e spostarli in un'altra località.
I nuovi abitanti di Poenari sono probabilmente ignari della storia spaventosa del castello ma, in quanto ad inquilini terrificanti, neanche Vlad l'Impalatore può competere con una mamma orsa furiosa!


13 giugno 2017

Ricerca su LSD: la scienza ha bisogno di te!
Un gruppo di ricercatori del Regno Unito ha lanciato una campagna di crowdfunding per finanziare il primo studio sugli effetti del microdosaggio di LSD sul cervello.
Questo metodo prevede l'assunzione di LSD in dosi così piccole che non provocano un viaggio psichedelico. Al contrario, molte persone che lo hanno provato hanno riportato un sottile senso di benessere e di sentirsi "a proprio agio" con il mondo. Questo metodo alla moda ha guadagnato un certo seguito (in particolare tra i creativi della Silicon Valley) per la sua supposta capacità di migliorare la creatività e persino trattare problemi di salute mentale, dalla depressione alla sindrome da stress post-traumatico.
Il progetto ha bisogno di circa £ 350.000 ($ 452.100) di finanziamenti per andare avanti ma, la campagna di crowdfunding sembra procedere rapidamente.


5 giugno 2017

Asgardia, la nazione spaziale.
Asgardia, una società il cui scopo piuttosto insolito è di creare una nazione nello spazio, ha annunciato che intende costruire una stazione spaziale nell'orbita della Terra e sulla Luna.
Asgardia si dichiara la prima nazione spaziale al mondo. Il suo prossimo obiettivo è lanciare un piccolo satellite, nel mese di settembre. In pratica, un disco rigido di 512 gb, che rimmarà nell'orbita terrestre per cinque anni. Le persone che hanno firmato online per unirsi alla nazione spaziale, dette Asgardiani, potranno caricare dati sul satellite. Ogni persona potrà caricare fino a 300kb di dati sul satellite.
Da qui a costruire una stazione spaziale per ospitare i suoi asgardiani, il passo non sembra proprio breve, nondimeno gli aspiranti asgardiani non mancano.


17 maggio 2017

Quanto ti resta da vivere? Chiedilo all'AI!
Un nuovo studio pubblicato nella rivista Scientific Reports dimostra che l'intelligenza artificiale è in grado di produrre una stima piuttosto accurata di quanto tempo rimane da vivere ad una persona.
Nel primo studio nel suo genere, gli scienziati dell'Università di Adelaide hanno usato l'intelligenza artificiale per prevedere quali pazienti sarebbero morti entro i prossimi cinque anni, ottenendo un 69 per cento di precisione che, secondo i ricercatori, corrisponde all'incirca alle probabilità di successo di una stima fatta da un medico esperto.
L'AI si dimostra una tecnologia sempre più promettente in campo medico grazie alla sua capacità di processare in modo estremamente efficiente enormi quantità di dati. Secondo i ricercatori, il vantaggio dell'AI è che non si focalizza sulla diagnosi delle malattie, ma predice gli esiti medici in un modo non familiare ai medici, ovvero incorporando grandi volumi di dati e individuando sottili regolarità al loro interno.


20 marzo 2017

Ritrovato veicolo spaziale smarrito.
La NASA è riuscita a trovare un veicolo spaziale indiano in orbita attorno alla Luna con una nuova tecnica che potrebbe essere utilizzata in futuro per tracciare i veicoli spaziali.
Gli scienziati della NASA hanno inviato un fascio di microonde verso la Luna. Registrando le onde che sono rimbalzate indietro, sono riusciti a rilevare nell'orbita lunare la sonda indiana Chandrayaan-1, con la quale si erano persi i contatti nell'agosto 2009.


5 marzo 2017

Patate su Marte.
Un recente studio ha suggerito che è possibile far crescere patate su Marte. La ricerca è stata condotta dal Potato International Center, o CIP (esiste davvero!), con sede a Lima, Perù. L'anno scorso, hanno cominciato la raccolta di terreno dal deserto di Atacama (che, a quanto pare, è molto simile al suolo marziano), in collaborazione con la NASA, per replicare le condizioni su Marte. Il progetto è ora nella seconda fase, in cui i ricercatori hanno utilizzato un CubeSat - essenzialmente una scatola - per ricreare le condizioni atmosferiche di Marte. I risultati hanno mostrato che le patate sono effettivamente in grado di sopravvivere alle dure condizioni su Marte. Una delle varietà più riuscite in questo esperimento è una patata resistente al sale, adattatasi alle depressioni subtropicali.


28 febbraio 2017

Robot straccia record del cubo di Rubik.
Con sei braccia meccaniche, una pletora di macchine fotografiche e alcuni algoritmi informatici estremamente complessi, il robot Sub1 Reloaded è entrato nel Guinness World Records, risolvendo il cubo di Rubik in una frazione di secondo.
Il Sub1 Reloaded ha risolto un cubo di Rubik in soli 0,637 secondi, battendo il precedente record di 0,887 secondi, che era stato stabilito da una versione precedente della stessa macchina nel gennaio 2016. Per i semplici umani, il record è di ben 4,904 lunghissimi secondi, stabilito nel 2015 dal quattordicenne Lucas Etter.


22 febbraio 2017

Il governo svedese si lamenta: i cittadini pagano troppe tasse!
Come diretta conseguenza delle leggi fiscali della Svezia, unitamente ai tassi di interesse negativi applicati della banca centrale, i cittadini svedesi versano volutamente più tasse di quante ne devono, utilizzando il versamento in eccesso come una sorta di conto corrente fai-da-te. Secondo le leggi svedesi infatti, il cittadino che versa più del dovuto al fisco può avviare una procedura di rimborso per riavere indietro quanto versato in eccesso, con l'aggiunta di un interesse dello 0,56%. Sembra anche che i cittadini che richiedono il rimborso facciano di tutto per rallentare la procedura, in modo da maturare più interessi.


20 febbraio 2017

La grande rapina in biblioteca.
Con un colpo in stile "Missione impossibile", una banda di ladri estremamente colti ha rubato una collezione di antichi libri scientifici del valore complessivo di oltre 2,5 milioni di dollari.
Gli eruditi artisti del furto sono fuggiti con oltre 160 libri - tra cui prime edizioni di Leonardo da Vinci, Isaac Newton, Galileo Galilei e Copernico - da un magazzino nella zona ovest di Londra, dove erano custoditi in attesa di essere spediti alla 50° Fiera Internazionale del Libro Antico in California.


17 febbraio 2017

La pietra filosofale dell'energia.
Gli scienziati dell'Università di Oulu hanno scoperto un nuovo materiale che è in grado di trasformare diversi tipi di energia in elettricità. Il materiale è un tipo di cristallo perovskite, una famiglia di cristalli già noti per essere in grado di trasformare certi tipi di energia in elettricità.
Il nuovo materiale, noto come KBNNO (sulla base della sua formula chimica), è in grado di convertire calore, luce visibile e variazioni di pressione in energia elettrica e può avere molte applicazioni industriali, tra cui la possibilità di caricare dispositivi da fonti ambientali senza la necessità di collegarli alla rete elettrica.


14 febbraio 2017

Scoperto nuovo continente.
Secondo un nuovo studio della crosta terrestre, esiste un settimo continente geologico, battezzato "Zelandia", rimasto nascosto per millenni sotto il nostro naso collettivo.
Gli 11 ricercatori che hanno condotto lo studio affermano che la Nuova Zelanda e la Nuova Caledonia non sono semplici catene di isole, ma fanno entrambe parte di un'unica lastra di crosta continentale, grande 4,9 milioni di chilometri quadratiche, distinta e separata dall'Australia che, a quanto pare, merita la designazione di "continente".


9 febbraio 2017

I bambini hanno un senso innato della giustizia?
Secondo un articolo pubblicato sulla rivista Nature Human Behaviour, i bambini di appena 6 mesi di età sono in grado di distinguere il bullo dalla vittima in certe situazioni, il che suggerisce che l'ingiustizia (e la sua percezione) è un qualcosa di abbastanza innato. Attenzione dunque: la prossima volta che pensate di rubare le caramelle a un bambino, ci sono buone probabilità che egli vi riconosca per quel che siete, grazie all'innata legge morale che ha dentro di sè!


5 febbraio 2017

Ubriachi di aurora.
Per la seconda volta in una settimana, la polizia islandese ha fermato degli automobilisti che non riuscivano a mantenere l'auto nella loro corsia, sospettando che fossero ubriachi. Tuttavia, in entrambi i casi, i sorprendentemente sobri turisti hanno dovuto spiegare alla polizia che non riuscivano a concentrarsi sulla strada perché erano semplicemente ipnotizzati dalle splendide luci dell'aurora boreale. E in fondo, chi li può biasimare?


2 febbraio 2017

Humor nero? Solo per menti superiori.
Secondo un recente studio, pubblicato sulla rivista Cognitive Processing, esiste una forte correlazione tra intelligenza e propensione allo humor nero.
Lo studio, condotto dall'Università di Medicina di Vienna, ha coinvolto 156 persone con un grado variabile di istruzione.
È emerso che i soggetti che apprezzano maggiormente le battute di "dark humor" non solo sono quelli con il QI più alto, ma sono anche caratterizzati da un basso livello di aggressività e di atteggiamenti negativi e da un alto livello di istruzione.
Al contrario, i soggetti che hanno trovato le battute odiose sembrano essere quelli con un livello di QI medio ed un alto livello di aggressività e atteggiamenti negativi.


31 gennaio 2017

Il miglior giocatore di poker del mondo? Un software.
Libratus, un programma di intelligenza artificiale, è il miglior giocatore di poker del mondo. Libratus ha battuto i migliori giocatori di poker umani del mondo in un torneo di Texas Hold'em durato 20 giorni, vincendo 1,77 milioni di dollari. Non è stato specificato come Libratus spenderà la sua vincita.


28 gennaio 2017

L'esercizio fisico non fa perdere peso.
Uno studio internazionale condotto dalla Loyola University di Chicago dimostrerebbe che l'esercizio fisico non è la soluzione per tenere sotto controllo il peso corporeo. I ricercatori hanno determinato che nè l'attività fisica, nè la vita sedentaria sono associati con l'aumento di peso. Purtroppo, questo ovviamente non implica che la vita sedentaria faccia bene alla salute.


26 gennaio 2017

Nudi e felici.
In un'epoca in cui siamo invasi da immagini di modelle fotoshoppate, vedere immagini di corpi idealizzati è più facile che trovare una toilette pubblica. Non deve sorprendere che questi modelli ideali (e irreali) causino in molti una non trascurabile quantità di ansia e senso di inadeguatezza rispetto al proprio corpo.
Ma, a quanto pare, esiste una soluzione tanto semplice quanto efficace: una salutare dose di nudità in pubblico. Secondo una ricerca della Goldsmiths University di Londra, denudarsi in pubblico può fare miracoli per il benessere psicologico, l'autostima e la percezione del proprio corpo. Lo studio è stato effettuato su un campione di 850 persone che, per varie ragioni, si sono venute a trovare in "attività naturiste" in compagnia di persone con cui non erano "romanticamente coinvolte". La conclusione dello studio è che denudarsi in pubblico almeno 20 volte all'anno porta grandi benefici a chi ha un problema nel rapporto con la propria immagine.


23 gennaio 2017

Boss Sensor: la tecnologia anti-capoufficio è open!
Si chiama Boss Sensor il software rilasciato da un programmatore giapponese, Hiroki Nakayama. Il sistema utilizza un software di riconoscimento facciale per rilevare l'avvicinarsi del capoufficio e, in una frazione di secondo, sostituire il contenuto presente sullo schermo del computer del dipendente fannullone con finestre e applicazioni degni di un dipendente modello. Un enorme salto di qualità nei programmi di improduttività individuale: il software utilizza i principi delle reti neurali per apprendere autonomamente a riconoscere la minaccia in arrivo e reagisce in modo automatico, senza bisogno di alcun intervento umano. Alla faccia di chi sostiene che la tecnologia serve solo a rubare lavoro all'uomo!


21 gennaio 2017

La società aerospaziale Airbus ha annunciato i suoi piani per testare un prototipo di "automobile volante" entro la fine dell'anno.
Nel 2016 Airbus ha formato una divisione chiamata "Urban Air Mobility" per studiare la possibilità di realizzare un veicolo volante per il trasporto di persone. L'idea è che i passeggeri useranno un'app per prenotare il veicolo, in modo simile alle piattaforme di car-sharing. Airbus valuta di mettere in produzione questi veicoli entro il 2021.
Airbus non è la sola ad investire in questo settore fantascientifico: Larry Page, il fondatore di Google, ha investito milioni di dollari in due start-up del settore, mentre la società cinese E-Hang ha progettato un suo prototipo.


19 gennaio 2017

La Central Intelligence Agency (CIA) ha rilasciato più di due milioni di pagine di documenti desecretati, consultabili online.
Questa enorme massa di documenti, raccolte di notizie, lettere e rapporti vari copre un'enorme varietà di argomenti più o meno bizzarri, dal 1940 in avanti. Gli argomenti spaziano dagli avvistamenti ufo alle ricette usate dalle spie per creare inchiostro invisibile, alle indagini sui poteri paranormali del famoso Uri Geller. Vi sono anche documenti concernenti il famigerato progetto di controllo mentale MK-Ultra.
In tutto, più di 930.000 documenti disponibili nella "CIA reading room", con tanto di motore di ricerca interno a disposizione del lettore: www.cia.gov/library/readingroom/collection/crest-25-year-program-archive


18 gennaio 2017

Una nuova specie di falena è stata battezzata con il nome del nuovo presidente degli Stati Uniti: Neopalpa donaldtrumpi.
La nuova specie è caratterizzata da un bizzarro ornamento biondo sulla testa e dai genitali più piccoli rispetto alle altre specie di falena conosciute.
Lo scopritore, il biologo Vazrick Nazari, ha dichiarato di avere battezzato la nuova specie per la sua straordinaria somiglianza con il taglio di capelli di Donald Trump, ma ha anche espresso la sua speranza che il nome susciterà interesse nella specie e un maggior impegno nella conservazione della microfauna del Nord America.


17 gennaio 2017

Le password più ovvie del 2016.
La società di cybersecurity Keeper ha pubblicato uno studio sulle password più comunemente utilizzate nel 2016. Il team della Keeper ha analizzato 10 milioni di password che sono diventate di pubblico dominio dopo essere state violate nel corso dell'anno passato.
Da questa ricerca, è emerso che la password più comune è "123456", utilizzata nel 17 percento degli account violati. Sempre questa password è stata la più utilizzata nel 2014 e nel 2015, alla faccia dell'"imparare dai propri errori".
La seconda password più comune è "123456789", seguita a ruota dall'originalissima "qwerty". Effettivamente, la quasi totalità delle password che "proteggevano" gli account violati erano composte da banalissime sequenze sulla tastiera. E naturalmente, non può mancare la sempreverde password "password".
Ecco la lista delle prime 25 password bucate del 2016. Se c'è anche la vostra, cambiatela di corsa:
1. 123456 - 2. 123456789 - 3. qwerty - 4. 12345678 - 5. 111111 - 6. 1234567890 - 7. 1234567 - 8. password - 9. 123123 - 10. 987654321 - 11. qwertyuiop - 12. mynoob - 13. 123321 - 14. 666666 - 15. 18atcskd2w - 16. 7777777 - 17. 1q2w3e4r - 18. 654321 - 19. 555555 - 20. 3rjs1la7qe - 21. google - 22. 1q2w3e4r5t - 23. 123qwe - 24. zxcvbnm - 25. 1q2w3e
(Fonte www.iflscience.com/technology/the-most-commonly-hacked-passwords-in-2016-were-painfully-obvious)


15 gennaio 2017

Gene Cernan, l'ultimo uomo che ha camminato sulla luna, è morto all'età di 82 anni.
Il Capitano Cernan era una delle tre persone che sono andate due volte sulla Luna, nonché l'ultimo a lasciare la sua orma sulla superficie lunare, nel 1972. Le sue ultime parole sono state: "Ce ne andiamo come siamo venuti e, se Dio vuole, torneremo portando pace e speranza per tutta l'umanità."
Gene Cernan è stato il comandante della missione Apollo 17.
Delle dodici persone che hanno messo piede sulla Luna, solo sei sono ancora in vita oggi.


10 gennaio 2017

Una nuova stella nel cielo?
Tra qualche anno, nel 2022, potremmo assistere ad un evento unico: la nascita di una nuova stella. Il nuovo astro, collocabile nella “Croce del Nord”, nascerà da un'esplosione dovuta alla fusione di due stelle di un sistema binario, attualmente invisibili ad occhio nudo, dando così origine a una “nova rossa”. A sostenerlo è l'astronomo Larry Molnar, che da anni monitora quel sistema con colleghi di tutto il mondo. “Sarà un cambiamento drastico nel cielo, perché chiunque potrà vederlo.” Ha affermato a National Geographic. Nessuno fino ad ora è riuscito a prevedere l'esplosione di una stella.


10 gennaio 2017

L'esercito degli Stati Uniti progetta proiettili biodegradabili.
Come è noto, i proiettili servono ad uccidere le persone. Ma, mentre i cadaveri sono biodegradabili, le pallottole non lo sono affatto e i componenti metallici in esse contenuti costituiscono un grave danno per l'ambiente naturale.
Per risolvere questo problema, con una mossa degna del Dott. Stranamore il Corpo Ingegneri dell'Esercito degli Stati Uniti sta sviluppando l'idea di inserire speciali semi nei proiettili, semi che saranno specializzati per ogni ambiente di impiego locale e "daranno luogo a piante benefiche per l'ambiente e che elimineranno i residui e gli inquinanti provenienti dalle munizioni". Insomma, i proiettili sparati non solo genereranno nuova vita vegetale, ma aiuteranno anche a decontaminare l'ambiente circostante. A quanto pare, questo nuovo tipo di proiettili è già stato testato.
Insomma, il vecchio motto "mettete dei fiori nei cannoni" presto assumerà un nuovo significato e chissà, forse un giorno avremo bombe atomiche che decontaminano le radiazioni dopo che sono esplose!
(Fonte: www.iflscience.com/environment/us-army-design-biodegradable-plantgrowing-bullets)


9 gennaio 2017

La Luna è fatta di mini-lune.
Secondo uno studio pubblicato sull'ultimo numero di Nature Geoscience, la Luna potrebbe essere frutto di una serie di impatti sul suolo terrestre, che avrebbero generato nel tempo fino a 20 piccoli satelliti che si sarebbero poi amalgamati a formare la Luna odierna. Secondo le simulazioni dei ricercatori, questo scenario si verificherebbe 10 volte su 100, risultando molto più probabile della teoria attualmente più riconosciuta. Rimangono comunque molti misteri e interrogativi sull'origine e la storia del nostro enigmatico satellite.


5 Gennaio 2017

Secondo la Regina Silvia, il palazzo dei reali di Svezia è infestato dai fantasmi. Ma la regina afferma che non c'è da spaventarsi perché i fantasmi della loro residenza privata di Drottningholm Palace sono “piuttosto amichevoli”. Silvia ha raccontato a un documentario televisivo che “ Ci sono molti fantasmi. A volte – ha aggiunto – senti di non essere completamente solo. E' veramente entusiasmante e non fa paura.” Il palazzo, costruito nel 16esimo secolo vicino a Stoccolma, è patrimonio dell'umanità UNESCO ed è la residenza permanente dei reali di Svezia.


4 gennaio 2017

Scoperta l'origine di un misterioso lampo radio nello spazio. Dopo dieci anni, è stata trovata la fonte del radiosegnale più misterioso mai rilevato. Dura una manciata di millisecondi ed è l'unico del suo genere ad essere stato intercettato più volte dopo la sua scoperta, avvenuta nel 2007. Il segnale appartiene alla famiglia dei fenomeni astrofisici rapidissimi e ad energie molto elevate, chiamati Frb (Fast Radio Burst) e arriva da una galassia nana distante tre miliardi di anni luce dalla Terra. Quella che appare alla luce dei dati raccolti è una sorgente vicina a una sorta di galassia 'fantasma' al centro della quale si trova un buco nero. Per chiarirne la natura serviranno ulteriori ricerche.


22 dicembre 2016

Nasa: ''Tunnel abitabili sotto la superficie della Luna''. Le rilevazioni della coppia di satelliti Grail assieme a quelle di altre sonde come il Lunar reconnaissance orbiter della Nasa e la giapponese Selene, hanno dato conferma alle ipotesi: ci sono canali di lava larghi fino a un chilometro almeno, lasciati dall'antico vulcanismo lunare, che possono essere visitabili e “abitabili” dall'uomo. Una colonia sulla Luna nel prossimo futuro è, tra le tante, un'opzione al vaglio; una prospettiva non nuova ma che trova ulteriori conferme dai dati raccolti. La Luna potrebbe fornire una base spaziale come trampolino per lo spazio profondo, con colonie umane o addirittura città, all'interno dei tubi di lava, che fornirebbero riparo dalle terribili condizioni “meteo” esterne. La tempesta di radiazioni solari, senza lo schermo di un campo gravitazionale e dell'atmosfera, renderebbero infatti le attività umane a lungo termine parecchio problematiche. Per non parlare dei meteoriti che ancora “piovono” sulla superficie e della proibitiva escursione termica dal giorno alla notte.


20 dicembre 2016

C'è acqua sul pianeta nano Cerere, in orbita fra Marte e Giove: si trova sotto forma di ghiaccio, in particolare ai poli e nel sottosuolo. La conferma arriva dai dati della sonda americana Dawn analizzati da due studi: i nuovi dati, analizzati dai ricercatori tedeschi, indicano che l'acqua ghiacciata si troverebbe in almeno 10 crateri, il cui fondo è perennemente in ombra. Lo studio americano ha invece osservato la presenza di discrete quantità di ghiaccio intrappolato nel sottosuolo, in particolare nell'emisfero Nord. I due studi offrono importanti dettagli per capire la quantità di acqua presente su Cerere, un dato fondamentale per comprendere meglio i meccanismi che portarono alla formazione dei pianeti rocciosi, come la Terra.


12 dicembre 2016

Un tripudio di verdure per la dieta dell'Homo Erectus. Dagli avanzi preistorici ritrovati in un sito abitato 780 mila anni fa, gli studiosi hanno ricostruito la vera alimentazione paleolitica: lo studio condotto in Israele rivela come l'alimentazione paleolitica fosse molto più varia e ricca rispetto a quella riportata nei libri di oggi, e non così sbilanciata verso le proteine come si crede. Gli scienziati che hanno mappato gli 'avanzi nel piatto' dei nostri antenati parlano di un tripudio vegetariano. Yoel Melamed e Naama Goren-Inbar della Bar-Ilan University di Ramat Gan (Israele), con i loro team hanno compilato dati sulla diversità e abbondanza di resti vegetali nei periodi in cui vi è evidenza di attività umana. Hanno inoltre esaminato i resti di piante nei lassi temporali in cui non risultava presenza umana. Confrontando le due serie di dati, sono arrivati a farsi una ragionevole idea dei vegetali che deliberatamente gli uomini del passato avevano radunato dal loro ambiente. La squadra di esperti suggerisce che una grande varietà di piante sarebbe stata una caratteristica importante dell'alimentazione molto prima dagli albori dell'agricoltura. Il sito di Gesher Benot Yàaqov conserva anche alcune delle prime prove di un utilizzo del fuoco controllato, e di strumenti che avrebbero permesso di trattare gli alimenti prima di cuocerli. La conoscenza dell'ambiente ha permesso agli ominidi di sfruttare le piante stagionali, permettendo potenzialmente loro di abitare nella stessa posizione durante l'anno. Gli esperti hanno così scoperto che avevano un gusto straordinariamente ampio e spaziavano su un vasto range di sapori: avevano raccolto non meno di 55 diversi tipi di piante - noci, frutta, semi e gambi sotterranei - che mangiavano come verdure. “La dieta umana moderna è chiaramente limitata rispetto a quella degli ominidi o anche a quella dei primi agricoltori”, sottolinea Goren-Inbar.


8 dicembre 2016

EmDrive il motore che crea energia dal vuoto supera i primi test alla Nasa. I primi risultati pubblicati sulla rivista Journal of Propulsion and power indicano che il dispositivo, che viola alcuni dei principi cardine della fisica, funziona anche se debolmente. “Sembra troppo bello per essere vero. Se fosse così sarebbe una rivoluzione per l'intera civiltà”, ha detto all'agenzia Ansa l'esperto di propulsione spaziale Giancarlo Genta, del Politecnico di Torino. Nato da un'idea dell'ingegnere britannico Roger Shawyer il motore EmDrive sarebbe in grado di produrre una spinta senza espellere nessun propellente. Una tecnologia, che se fosse davvero funzionante, rivoluzionerebbe di fatto l'intero mondo della fisica. I test fatti in questi anni avevano sempre lasciato spazio ai critici ma le nuove misure eseguite al centro Johnson potrebbero essere un punto di svolta. “Nonostante la spinta misurata sia piccola, sembra esserci davvero qualcosa”, ha aggiunto Genta. “E' ovvio avere ancora tutti i dubbi del caso” … “ma adesso c'è uno studio pubblicato su una rivista autorevole e con un'istituzione che ci mette la faccia”.


24 novembre 2016

C'è una riserva di ghiaccio su Marte. “Acqua accessibile per futuri insediamenti”. La scoperta, pubblicata sul Geophysical research letters, arriva grazie ai dati raccolti da uno strumento italiano, montato sul Mars reconnaissance orbiter della Nasa, che da dieci anni studia la superficie del pianeta rosso. Il bacino è più grande come superficie dell'intera Italia e conterrebbe 246 volte il volume del lago di Garda, si trova nella Utopia planitia sotto uno strato di suolo spesso da uno a dieci metri e potrebbe essere utilizzato in futuro dagli astronauti come fonte di approvvigionamento. “Sono stime ancora non precisissime ma i dati sono molto confortanti - spiega Roberto Seu, dell'università La Sapienza e responsabile scientifico di Sharad - ed era quello che speravamo perché gli unici grandi bacini di ghiaccio d'acqua conosciuti erano quelli dei Poli, dunque in zone piuttosto inospitali, dove è complicato pensare a una base per l'esplorazione umana”. Potrebbe essere una risorsa accessibile sia per la posizione a latitudini basse che per le caratteristiche della regione, piatta e adatta all'atterraggio di un veicolo spaziale. Non lontano da qui, nel 1972, fece il suo “ammaraggio” il lander della missione americana Viking 2.


30 settembre 2016

“Un milione di persone su Marte nel 2060” Il fondatore di SpaceX Elon Musk ha presentato il suo piano per creare una colonia permanente umana sul pianeta rosso, con tanto di flotta passeggeri e del razzo più grande mai costruito. Musk è convinto che sia possibile far viaggiare migliaia di persone tra la Terra e il nostro vicino planetario più piccolo e rosso entro i prossimi dieci anni. Poco dopo, nell'arco già di 40 anni (o 100), Marte potrebbe ospitare una colonia autosufficiente di un milione di persone. “Non stiamo parlando di spostare tutti gli abitanti della Terra, ma di diventare multiplanetari”, ha detto il 27 settembre all'International Astronautical Congress di Guadalajara, in Messico. “Tutto sta a minimizzare i rischi attuali e ad armarsi di un enorme senso dell'avventura”. Bobby Braun, ex responsabile delle tecnologie della NASA e ora professore alla Georgia Tech University ha commentato: “Penso che lo schema tecnico del progetto sia pressoché corretto, e Musk non pretende né di pensare che sia facile né che sia realizzabile in dieci anni” … “Ma chi può dire cosa sarà possibile da qui a un secolo?”. Alla domanda del motivo per cui dovremmo andare su Marte, la risposta di Musk è stata: “Il futuro dell'umanità tenderà a biforcarsi in due direzioni: o diventiamo una civiltà multiplanetaria di viaggiatori spaziali, o resteremo bloccati su un pianeta finché a un certo punto non ci estingueremo”.


30 giugno 2016

Oggi in tutto il mondo si celebra l’Asteroid Day. Avviato da poche persone appassionate di Spazio l’evento è diventato un movimento globale che coinvolge migliaia di persone in tutto il mondo per diffondere conoscenza e consapevolezza sul tema degli asteroidi. “Il nostro obiettivo – spiega Brian May, astrofisico e chitarrista della storica band inglese dei Queen, nonché co-fondatore dell’Asteroid Day – è quello di dedicare un giorno dell’anno alla conoscenza degli asteroidi, antichi mattoni che ci raccontano le origini del nostro sistema solare, e per sostenere le risorse necessarie alla ricerca di quei corpi con orbite potenzialmente pericolose“. “Gli asteroidi – conclude – sono un disastro naturale che siamo in grado di prevenire“. “Una delle principali minacce alla vita intelligente nel nostro Universo è l’alta probabilità di una collisione tra un asteroide e un pianeta abitato“, dice Stephen Hawking, che parteciperà al Festival Starmus, uno degli eventi legati all’Asteroid Day.


24 giugno 2016

Arriva il primo robot per il condominio. Tra due anni arriverà sul mercato il portiere hi-tech realizzato e sperimentato in Italia il cui prototipo è stato presentato a Pisa nel convegno sulle tecnologie al servizio dell’ambiente in cui si vive (Ambient Assisted Living), organizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna. Ha occhi vivaci e attenti per sorvegliare il viavai nel portone, un comodo vassoio per consegnare posta, pacchi e spesa, due ruote per spostarsi e un’uniforme con cravattino colorato. Lo stesso gruppo ha realizzato il prototipo del robot domestico dotato di un braccio e una mano con tre dita; ha un maniglione che in grado di aiutare chi ha difficoltà a camminare, si accorge se la persona che è in casa è caduta e ha bisogno di aiuto e sa intrattenere con giochi cognitivi. Entrambi nati dal progetto robot Era, del valore complessivo di 8,7 milioni di euro, parlano e obbediscono ai comandi vocali. In strutture di ricovero ospedaliero, questi robot potrebbero essere utilizzati per trasportare lenzuola e coperte, consegnare il cibo ai pazienti, aiutare gli infermieri a distribuire i farmaci, sostenere le persone che non camminano in modo autonomo e offrire una supervisione utile per la sicurezza, con un risparmio notevole sui costi socio-sanitari. Il materiale di cui sono fatti è economico e leggero: ovvero la stessa plastica dei cruscotti delle auto. L’obiettivo è quello di arrivare a un costo compreso fra 5.000 e 20.000 euro, per i modelli più complessi.


16 giugno 2016

Un gruppo di ricercatori ha osservato direttamente per la seconda volta le onde gravitazionali, le increspature nello spazio-tempo teorizzate da Einstein. Proprio come la prima, storica osservazione annunciata lo scorso febbraio, la seconda è il risultato di uno scontro fra due buchi neri avvenuto oltre un miliardo di anni fa. La fusione dei due oggetti ha inviato onde gravitazionali attraverso l'universo, e queste sono state rilevate al loro passaggio sulla Terra. Questi eventi offrono agli astrofisici un modo del tutto nuovo di osservare l'universo, rendendoli potenzialmente in grado di misurare e studiare cose invisibili in qualunque lunghezza d'onda della luce. Questa seconda rilevazione è importante perché significa che quella precedente, effettuata dal Laser Interferometer Gravitational-wave Observatory (LIGO), non è stata un mero colpo di fortuna ma solo la prima di centinaia, se non migliaia di altre osservazioni a venire. L'astrofisico France Córdova, direttore della National Science Foundation, l'agenzia governativa americana che finanzia LIGO ha dichiarato: “Se si rileva un evento magnifico una volta, è stupendo ma sembra quasi un miracolo, ma quando accade la seconda volta, abbiamo la dimostrazione che possediamo davvero un nuovo modo di guardare all'universo".


13 giugno 2016

Il sonno degli alberi. Una ricerca internazionale condotta dal Politecnico di Vienna, in Austria, e pubblicata su Frontiers in Plant Science, potrebbe far addirittura ipotizzare che gli alberi abbiano un ciclo di sonno e di veglia proprio come noi: dal monitoraggio tramite scansione laser tridimensionale di due betulle nel loro ambiente naturale, una in Austria e una in Finlandia, è emerso che entrambi gli alberi, di notte, flettono rami e foglie fino a dieci centimetri, per poi ritornare gradualmente alla posizione diurna nelle prime ore del mattino. I ricercatori ipotizzano che il cambiamento notturno sia dovuto a una riduzione del turgore cellulare, la pressione dei fluidi all’interno delle cellule nei confronti della parete della cellula. È difficile stabilire se il fenomeno sia dovuto semplicemente alla mancanza di fotosintesi di notte, quindi a un minore turgore cellulare, o all’effettiva esistenza di un ciclo giorno-notte per risparmiare energie. Non è comunque escluso che i due fenomeni siano legati e tesi a ottimizzare il consumo di risorse. I ricercatori analizzeranno altri alberi, di altre specie, per capirci qualcosa di più.


2 giugno 2016

Un uomo in India è morto colpito da un meteorite. Il capo del governo dello stato indiano del Tamil Nadu, nel sud-est dell’India, ha riferito che lo scorso 6 febbraio un uomo è morto dopo essere stato colpito da un meteorite. La notizia non è stata ancora verificata da scienziati e ricercatori, che stanno cercando conferme con qualche scetticismo, ma qualora fosse confermata sarebbe il primo caso mai registrato al mondo di persona uccisa direttamente da un detrito spaziale finito sulla Terra. Stando ai media locali, l’incidente si è verificato nel campus di un college privato nel distretto di Vellore, dove è stato sentito un forte boato con un’onda d’urto che ha causato la rottura dei finestrini di alcune macchine e delle finestre di un edificio. Inizialmente si era pensato a un’esplosione di qualche tipo, ma le prime verifiche della polizia non hanno rilevato la presenza di esplosivi.


26 maggio 2016

Misteriosi cerchi di pietre ritrovati in una grotta francese. Sono rimasti nascosti nel buio per millenni sul fondo della grotta di Bruniquel, nel sud-ovest della Francia, e secondo gli autori dello studio pubblicato su Nature, sarebbero stati i Neandertal a costruirli circa 176 mila anni fa. I nostri antichi "cugini", dunque, proverebbero di essere stati molto più "umani" di quanto finora si pensasse. "La scoperta", commenta Chris Stringer, paleoantropologo del Natural History Museum di Londra, "fornisce una chiara evidenza del fatto che i Neandertal avevano capacità di pianificazione e di costruzione pienamente umane, e che alcuni di loro erano in grado di inoltrarsi molto in profondità nelle grotte, dove la luce artificiale era assolutamente necessaria".


20 maggio 2016

Valkyrie su Marte. La NASA sta lavorando sui suoi robot umanoidi Valkyrie, per prepararli ad una missione fondamentale: atterrare sul pianeta rosso e costruire l’habitat che ospiterà i primi esploratori umani. L’agenzia spaziale americana intende portare i suoi astronauti su Marte intorno al 2030 e ha già dato inizio ai preparativi, chiedendo l’aiuto di ricercatori dell’Mit, della Northeastern University e dell’Università di Edimburgo per adattare i robot all’ambiente marziano, e programmare i loro sistemi digitali per renderli in grado di operare autonomamente su Marte.


11 maggio 2016

NASA: Scoperti 1200 nuovi pianeti fuori dal Sistema Solare. Il satellite Keplero della Nasa non finisce mai di stupire e di regalare scoperte importanti. Ora compiendo una verifica dei 4302 candidati pianeti che ha scoperto attorno ad altre stelle della nostra galassia Via Lattea gli scienziati hanno potuto stabilire che 1284 sono veri pianeti “al 99 per cento”, mentre tutti gli altri restano ancora dubbi. In questo modo il totale dei pianeti confermati sale a 2.326. Nuovi satelliti ancora più potenti sono intanto in cantiere sia all’Esa europea che alla Nasa promettendo scoperte ancora più straordinarie. Presto si arriverà a fotografare direttamente il volto di questi possibili altri mondi tra i quali forse si nasconde un gemello della Terra.


9 maggio 2016

Il CERN di Ginevra riprende l’esplorazione della materia oscura grazie all'acceleratore di particelle LHC. Nel suo tunnel circolare lungo 27 chilometri sono avvenute le prime collisioni di particelle all'energia record di 13 TeV, e la speranza dei fisici e che le energie in gioco siano sufficienti a gettare un po' di luce sui tanti misteri che ancora circondano l'infinitamente piccolo. Obiettivo delle nuove rilevazioni è di raccogliere sei volte più dati che nel 2015 per provare a spiegare l'asimmetria materia-antimateria e svelare la natura della "particella fantasma" osservata il 15 dicembre scorso.


30 aprile 2016

I cristalli più antichi del pianeta sono di origine extraterrestre. È ciò che emerge da una ricerca effettuata dall’università statunitense UCLA (University of California Los Angeles). I geochimici, guidati dalla dottoressa Elizabeth Bell hanno studiato più di 10mila frammenti di zircone provenienti da rocce magmatiche dell’Australia occidentale e databili a 4,1 miliardi di anni, con il metodo dell’uranio-piombo. Il sospetto è che questi cristalli di zircone, si siano formati nei crateri da impatto di asteroidi che hanno segnato il nostro pianeta nascente, e non dalla tettonica a zolle. Quindi viene spontaneo pensare che questi cristalli siano di origine “extraterrestre”, ovvero di provenienza cosmica. All’interno di un campione sono state inoltre ritrovate tracce di grafite, minerale di carbonio che è il componente chiave della vita, fatto che sembra indicare con ragionevole certezza che la vita sulla Terra possa essersi sviluppata ben 4,1 miliardi di anni fa, circa 300 milioni di anni prima di quando si credeva in precedenza. Per gli scienziati “…grazie a questa ricerca occorre rivedere l’immagine che abbiamo della Terra primordiale: il nostro pianeta nella prima parte della sua vita non era un pianeta infernale, asciutto e bollente: non c’è assolutamente alcuna evidenza di ciò. Probabilmente la Terra era molto più simile ad oggi di quanto si pensasse in precedenza”.


10 aprile 2016

Un nuovo sito archeologico vichingo è stato scoperto a Point Rosee, una stretta penisola posta all’estremo sud dell’isola di Terranova, in Canada. La scoperta è arrivata dopo una ricerca durata decenni, a partire dal 1960, quando venne rinvenuto l’Anse aux Meadows, quello che si credeva essere l'unico sito vichingo in Nord America. Oggi, grazie ad alcune immagini satellitari, il team di ricercatori guidato dall'archeologa americana Sarah Parcak, ha riportato alla luce un'antica fornace usata per la lavorazione del ferro. Questa scoperta, se confermata, potrebbe riscrivere la storia del continente americano perché si tratterebbe del secondo insediamento vichingo in Nord America.


30 marzo 2016

I poli della Luna sono dei 'vagabondi'. Lo rivela una ricerca pubblicata su Nature e condotta da Matthew Siegler, dell'Istituto di scienze planetarie di Tucson secondo cui l'asse di rotazione del nostro satellite si è spostato nel tempo sulla spinta di cambiamenti avvenuti nella struttura interna. Una mappa dettagliata dei depositi di gas ottenuta con i dati raccolti da diverse missioni, come la Lunar Prospector e la Lunar Reconnaissance Orbiter, ha rivelato infatti lo spostamento del ghiaccio rispetto alla posizione attuale dei poli, che sembra essersi mosso della stessa distanza rispetto ai poli ma in direzioni opposte: un segnale inequivocabile, secondo gli studiosi, di uno spostamento dell'asse di rotazione lunare di almeno 6 gradi, pari a circa 200 chilometri di superficie. Il fenomeno avvenuto all'incirca 3,5 miliardi di anni fa deve essere stato estremamente lento, circa 1 miliardo di anni.


26 marzo 2016

Creato il primo batterio sintetico: più vicini alla vita artificiale. Dopo oltre 20 anni di ricerche lo scienziato-imprenditore Craig Venter, ha annunciato di aver ottenuto un batterio sintetico con il più piccolo Dna, costituito dai soli geni indispensabili per mantenersi in vita e riprodursi. Sono pochissimi, precisamente 473 geni, rispetto ai circa ventimila di cui sono dotati gli esseri umani, ma questi bastano per la formula base per creare un essere vivente elementare. I risultati raggiunti aprono la strada ad applicazioni più disparate, dalla produzione di biocarburanti, alla creazione di batteri per la bonifica di terreni e acque contaminati, o in campo medico con batteri capaci di produrre sostanze chimiche utili per la salute dell’uomo.


23 marzo 2016

Realizzato il primo robot flessibile del mondo. Il gruppo di ricerca guidato da Edoardo Sinibaldi, del Centro di MicroBioRobotica di Pontedera (Pisa) ha brevettato il primo robot flessibile al mondo in grado di evitare ostacoli e zone sensibili o pericolose in luoghi difficilmente accessibili. Ha una forma tubolare e un diametro di tre centimetri, e la tecnologia contenuta al suo interno gli consente di costruirsi una guida tramite il suo stesso avanzamento, senza usare supporti esterni. Le applicazioni sono svariate: può muoversi ovunque evitando qualsiasi ostacolo all’interno del corpo umano, senza toccare organi sensibili o vitali, dentro i satelliti per individuare possibili guasti passando alla larga da componenti elettronici delicati, oppure tra le macerie di un terremoto infilandosi in stretti pertugi di difficile accesso alla ricerca di persone da soccorrere. I primi modelli sviluppati per applicazioni specifiche potrebbero essere sul mercato nei prossimi 3-5 anni.


14 marzo 2016

Partita la sonda europea ExoMars, destinazione: Marte. Il 14 marzo 2016 il potente razzo vettore russo «Proton» è partito dalla base di Bajkonur, in Kazakhstan, e porterà a destinazione la prima di due sonde europee che aiuteranno a capire se il Pianeta Rosso ha ospitato in passato - e, forse, ospita ancora - colonie di microrganismi. Il viaggio durerà sette mesi, l’atterraggio è previsto per il prossimo 19 ottobre, e la prima operazione importante per ExoMars sarà l’apertura delle ali fotovoltaiche che ne garantiranno l’energia necessaria. Nel 2018, partirà la seconda missione con a bordo un rover in grado di trivellare il suolo e scoprire che cosa si nasconde sotto la superficie.


16 febbraio 2016

Scoperte le onde gravitazionali: confermata la teoria della relatività di Einstein. Alle 10.50 e 45 secondi (ora italiana) del 14 set